unnamed

“L’umanità progredisce o regredisce?”: incontro con il filosofo Maurizio Ferraris.

Nell’ambito degli incontri di formazione, aggiornamento, ricerca e condivisione della Pearson Academy, la Casa editrice ha organizzato in collaborazione con l’“Accademia di Argomentazione e Debate del Friuli Venezia Giulia”, presso l’aula magna del Liceo “Percoto”, un incontro-seminario con il grande filosofo italiano Maurizio Ferraris, che ha dissertato sul tema “L’umanità progredisce o regredisce?” di fronte a una platea di più di duecento persone, tra docenti, allieve e allievi degli Istituti della regione.

 

Ha introdotto l’evento la Presidente dell’“Accademia di Argomentazione e Debate del Friuli Venezia Giulia - DeA FVG”, prof.ssa Annalisa Filipponi, che ha tracciato un profilo essenziale dell’eccellente relatore: filosofo e professore ordinario di filosofia teoretica presso l’Ateneo torinese, il professor Maurizio Ferraris dirige il LabOnt, centro di Ontologia, ed è collaboratore del quotidiano La Repubblica e di Rai cultura, ha pubblicato opere attinenti ad aspetti particolari della realtà contemporanea, tra cui Nietzsche e la filosofia del Novecento, L’immaginazione, L’ermeneutica, Ontologia e il Manifesto per un nuovo realismo, che si intrecciano col suo grande lavoro di divulgazione e di redazione di manuali per la didattica.

Maurizio Ferraris è, infatti, filosofo ma anche divulgatore attento e competente, che ha fatto della divulgazione - di alto valore culturale - la cifra stilistica della sua produzione, muovendosi in controtendenza in un mondo in cui sovente la divulgazione stessa non viene considerata indispensabile dai filosofi, mentre è proprio nell’incontro con il vasto pubblico che si manifesta e realizza l’azione potente della Filosofia, la ri-generazione del Pensiero.

Ferraris ha presentato un nuovo Manuale di Filosofia per le scuole: la manualistica liceale è, infatti, uno dei momenti indispensabili della divulgazione, perché solo tramite la manualistica intere generazioni di studentesse e studenti hanno potuto entrare in contatto con la filosofia, la capacità dialogica di dibattere, l’analisi argomentativa.

Ferraris si va a collocare nella scia dei grandi filosofi italiani che si sono cimentati nella manualistica per le scuole superiori: il suo nome può essere allineato a quelli di Geymonat, Abbagnano, Vegetti, Dal Pra.

La platea del Liceo “Percoto” ha potuto, dunque, sperimentare la forza trascinante e ri-generatrice del ragionamento lucido e delle argomentazioni sorprendenti - al punto da risultare a volte destabilizzanti - del grande filosofo, che ha dissertato sui temi più scottanti e urgenti dell’Umanità contemporanea per tentare di rispondere alla grande domanda iniziale: nella disputa tra progresso o regresso dell’Umanità, un preciso e inesorabile lavoro di ricerca, analisi e smantellamento dei più popolari, riconosciuti e riconoscibili ‘luoghi comuni’ della contemporaneità ha forse lasciato spazio, infine, ad una ‘speranza’.

L’idea che l’Umanità sia ancora per molti aspetti ‘immatura’ e non completamente preparata alle enormi velocissime sfide della modernità globalizzata e ipercomplessa si accompagna ad una confortante certezza: la certezza che, anche grazie a Istruzione e Educazione, il progresso sia un fatto positivo, e l’Umanità stessa stia in realtà procedendo sulla strada di un lento ma inesorabile miglioramento...

PM

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.