Alcune proposte dalle Classi: l’Educazione Civica ‘in azione’

Esperienze e Percorsi di Educazione Civica
LICEO MUSICALE

Classi 5^AM - 4^AM - 3^AM

Anno Scolastico 2021 - 2022

Classe 5 AM 

‘’Tutto quello che chiediamo è di dare una possibilità alla Pace’’

Quest’anno la nostra classe si è sentita molto coinvolta nei percorsi di Educazione Civica proposti dalla nostra Coordinatrice: potevamo scegliere tra diverse opzioni, ma quella che nel primo trimestre ci ha colpito è stato il problema del ‘negazionismo’, mentre nel pentamestre abbiamo riflettuto sulla guerra - presente e passata - e sul valore fondante della Pace.

Se l’Educazione Civica non fosse stata inserita come materia curricolare, probabilmente avremmo studiato questi temi solo nell’ambito della Storia: invece, all’interno delle aree tematiche dell’Educazione Civica curricolare, con il coinvolgimento di alcune persone conosciute in ambito scolastico, le decisioni prese per quanto riguarda il ‘negazionismo’ e il nostro coinvolgimento come giovani studenti e studentesse nelle vicende legate alla guerra in Ucraina ci hanno fatto riflettere.

Nei nostri lavori abbiamo fatto emergere questi temi collegando il negazionismo non solo all’Olocausto, ma anche all’ambito scientifico e climatico, mentre il tema della guerra si è ricollegato a quello delle conseguenze del conflitto sia in ambito politico che economico e sociale, e quanto la Pace, per noi concetto vago, sia diventata, al contrario, un obiettivo mondiale da raggiungere.

Dobbiamo perciò ringraziare chi, inserendo l’Educazione Civica come Disciplina nel percorso scolastico ci ha quasi costretti ad approfondire la nostra conoscenza della Costituzione, dei diritti e dei doveri dei cittadini, di quello che i giovani possono fare in concreto per rendere il mondo migliore, soprattutto per le generazioni future.

 

Classe 4 AM 

‘’La tutela del patrimonio artistico e culturale del nostro Paese’’

Nel corso dell’anno scolastico, la classe ha svolto diversi percorsi relativi all’Educazione Civica, disciplina curricolare ormai consolidata all’interno del Curricolo di studi.

Stimolante è stato l’impegno mostrato dagli/dalle insegnanti in merito all’ambito della sostenibilità ambientale, argomento basilare nelle classi quarte, e l’aver reso obbligatoria questa Disciplina ha permesso di approfondire con serietà e diligenza temi di importante spessore fino ad ora sottostimati: le nuove generazioni hanno la necessità di essere stimolate ad un comportamento rispettoso e lo scopo di questo cammino è farlo entrare nelle abitudini quotidiane di ogni singolo e, quindi, anche a scuola.

Considerevole è stato il contatto diretto con diverse realtà e singoli attivi nella nostra società, che ci ha permesso di espandere la nostra visuale individualista sui problemi della comunità (Italia e Marano Lagunare).

Nel corso di quest’anno scolastico molti di noi raggiungeranno la maggiore età, e l’incontro diretto con la nostra Costituzione ci avvicinato agli effettivi diritti e doveri come cittadini del mondo e come italiani.

Durante il secondo pentamestre, l’argomento focale è stato la tutela del patrimonio artistico e culturale del nostro Paese: abbiamo approfondito il ruolo dell’UNESCO e ampliato la nostra conoscenza in merito ai siti definiti "patrimonio dell’umanità" sul nostro territorio.

In tutti i percorsi svolti, la consultazione dell’Agenda ONU 2030 ci ha permesso di avere una visione schematica degli obiettivi che la nostra società si è imposta di raggiungere.

 

 

Classe 3 AM 

Ludopatia e Hikikomori

Il percorso di Educazione Civica si è concentrato su vari aspetti della Cittadinanza Digitale, con riferimenti specifici alla Costituzione Italiana e al Codice Civile Penale, approfondendo i problemi legati alla ludopatia e agli hikikomori: fenomeni di natura psicologica che destabilizzano parte della nostra popolazione e che, purtroppo, sono spesso sottovalutati e particolarmente preoccupanti dal momento che la fascia di popolazione maggiormente colpita è quella degli adolescenti e giovani adulti.

L’argomento è stato scelto perché particolarmente originale e poco discusso, e ha permesso di approfondire tematiche non molto conosciute e a volte trascurate dalla nostra società: la ludopatia e gli hikikomori sono fenomeni molto attuali che hanno innescato in noi una riflessione relativa alla nostra società e su come essa venga vissuta da adolescenti e adulti con stili di vita socialmente ed economicamente dannosi. 

Sicuramente questi aspetti dovrebbero essere affrontati più spesso nei contesti scolastici, e lo studio dell’Educazione civica, da questo momento in poi, potrà permettere di farlo dal momento che, come ha reso noi membri del gruppo maggiormente consapevoli di queste problematiche, così potrà farlo per tante altre persone e fornire le conoscenze necessarie per permettere a tutti di riconoscere e supportare i soggetti afflitti.

Dopo un lavoro di ricerca e approfondimento svolto individualmente, che ha permesso di raggiungere un’autonomia lavorativa maggiore, si sono trattati i temi e problemi sotto forma di podcast per un’assimilazione facilitata delle informazioni.

 

Classe 3 AM: 

“Lo studio e il Web

L’Educazione Civica permette di analizzare ciò che ci circonda, di comprendere i limiti e di osservare i diversi comportamenti umani quando vengono introdotti metodi di studio diversi su argomenti nuovi: per questo abbiamo voluto approfondire la tematica che ha stravolto il mondo dell’istruzione e non solo, negli ultimi anni, ossia lo studio con l’utilizzo del Web.

Il nostro gruppo si presenta come la National School Graphic (NGS) e si è posto come obiettivo di sensibilizzare su questa tematica creando un documentario concentrato su tre punti cardine: la privacy, il Web e la DAD.

Abbiamo pensato che con questo metodo di condivisione sarebbe stato possibile coinvolgere maggiormente l’ascoltatore in quanto non è richiesto solamente l’ausilio dell’udito ma anche della vista, che conferma la produzione e la presenza di tutto il team.

Questo lavoro ci ha permesso di integrarci con persone che conoscevamo poco e di sfruttare al meglio le potenzialità del gruppo e del singolo.

 

 

La nuova disciplina scolastica, l’ Educazione civica, inserita nel percorso curricolare, è veramente utile per farci comprendere meglio le novità  del mondo che ci circonda, per conoscere meglio la nostra Costituzione, per mettere in pratica Diritti e Doveri del cittadino, rendendoci più  consapevoli delle piccole cose a cui si dava un peso solitamente superficiale. 

Risulta più creativo per noi studenti e studentesse elaborare i nostri pensieri senza l’imposizione di un libro di testo, ma solo con l’ausilio di un titolo che ci permette di cercare, approfondire, legare insieme tante notizie per poterle donare, in modo diverso, con una sorta di nostro “libretto”  ai nostri compagni e compagne di classe e a tutti coloro interessanti a ciò che viene proposto.